Le allergie alle graminacee si combattono (anche) a tavola!

«In questo caso, oltre ad alcuni frutti e alcune verdure, si deve evitare la farina di grano» consiglia la nutrizionista Annalisa Subacchi. «Per non rinunciare a pasta, torte, biscotti e pane, è importante utilizzare le farine alternative concesse».

LA GIORNATA TIPO

Colazione:
  una tazza di tè verde; 30 g di pane senza lievito con quinoa e amaranto e marmellata di mirtilli.
Spuntino:
  15 g di grissini con farina di kamut e 50 g di mela sbucciata.

Pranzo:
  60 g di pasta di farro con broccoli;
  100 g di hamburger di tacchino con insalata mista condita con 2 cucchiaini di olio evo;
  uva.

Merenda:
  50 g di mela senza buccia

Cena:
 crema di zucca, speck croccante e farro;
 lamponi freschi.

Le alternative

A colazione
Una tazza di karkadè, 30 g di fette biscottate di grano saraceno con marmellata di ribes;
Una tazza di caffè, biscotti di farina di riso e una macedonia di ribes, lamponi, mirtilli;
Una tazza di tè bianco, uno yogurt ai mirtilli e due fette biscottate di kamut.

Per gli spuntini
Un paio di gallette di riso e 50 g di mirtilli;
15 g di grissini di grano saraceno e 50 g di banana.

Ai pasti
150 g di salmone al vapore con carciofi trifolati e 30 g di pane con farina di sorgo, una pera
60 g di pasta di farina di legumi con zucchine, una mela cotta aromatizzata alla cannella;
150 g di polpette di quinoa e melanzane sbucciate, macedonia di mirtilli e lamponi;
80 g di vellutata di topinambur con crostini di pane di farina di grano saraceno, formaggio fresco di capra con insalata mista;
100 g di prosciutto crudo e 320 g di zucchine, 30 g di pane di sorgo, 120 g di mela affettata.

 

Fonte: tratto da un bel servizio di Elena Cassin su Viversani e Belli, 10 marzo 2017 – con la consulenza della dott.ssa Annalisa Subacchi, biologa e nutrizionista a Cremona




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *