È vero che l’acqua… (risponde il dottor Alessandro Pinto)!

Risultati immagini per acqua che sgorga

  • Fa bene alla pelle?
    SI. «La pelle», spiega il ricercatore universitario Alessandro Pinto, «mantiene la sua elasticità grazie all’acqua. Uno dei primi sintomi di disidratazione è proprio la secchezza della cute, più sensibile ad abrasioni e ferite varie»

È utile al benessere dei capelli?
NI. Può esserlo solo nella misura in cui è una fonte di minerali, ma non c’è una specifica indicazione per quanto riguarda il benessere dei capelli.

  • Favorisce la digestione?
    SI. «La digestione è processo chimico di idrolisi: gli alimenti vengono digeriti in un ambiente ricco di acqua, altrimenti gli enzimi non potrebbero svolgere adeguatamente le loro funzioni», ricorda l’esperto. «Con un paio di bicchieri di acqua contribuisco a portare l’acqua che serve al mio organismo e facilito la digestione. Quindi, non c’è alcuna ragione per non bere durante i pasti». Attenzione, però: bere troppa acqua durante i pasti può interferire con la bile e i livelli naturali di acido, necessari allo stomaco per digerire correttamente il cibo.

Fa dimagrire?
NO. C’è chi beve solo acqua povera di sodio pensando di perdere chili, ma al limite questa può solo contrastare la ritenzione idrica.

  • Fa ingrassare?
    NO. C’è chi è convinto che l’acqua gasata faccia aumentare di peso, al massimo può dare un senso di gonfiore allo stomaco per via dell’anidride carbonica.

Aiuta a riprendersi da un eccessivo consumo di alcolici?
NI. «Aiuta a eliminare i prodotti tossici del metabolismo dell’alcol attraverso le urine, quindi, in caso di intossicazione da alcol, è bene forzare la diuresi bevendo in abbondanza, ma non ha azione specifica», dice Pinto. «inoltre, di per sé promuove la diuresi, quindi è importante, nei casi estremi di intossicazione acuta bere in abbondanza per evitare una disidratazione».

  • Aiuta il corretto funzionamento della vescica?
    SI. «Una buona diuresi contribuisce a prevenire problemi di cistite, per un effetto meccanico di semplice lavaggio, mentre urine concentrate e una scarsa diuresi, soprattutto se in presenza di un aumentato residuo urinario vescicale, rappresentano un fattore di rischio», sottolinea l’esponente del Sinu. «Più beviamo e maggiore è la quantità di acqua che eliminiamo con le urine, che, così, risulteranno più diluite grazie alla funzione renale di regolazione della concentrazione del sangue».

Previene i tumori?
No. Non ha un ruolo diretto specifico, sebbene, contribuendo al benessere dell’organismo, può contribuire alla prevenzione in generale. A livello intestinale può avere un effetto protettivo, in particolare attraverso l’idratazione delle feci associata a un adeguato apporto di fibra e, forse, anche in quanto fonte di calcio.

 

Fonte: tratto da un servizio di Marco Ronchetto su Ok Salute e Benessere, agosto 2016 – con la consulenza del dottor Alessandro Pinto, Ricercatore in Scienza dell’Alimentazione e Nutrizione Umana dell’Università Sapienza di Roma




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *