Contro i brufoli mirtilli, zucchine e verdure amare (il consiglio del nutrizionista Ascanio Polimeni)!

 

Non è accertata una diretta relazione tra acne e dieta, ma alcuni studi sostengono che i cibi ad alto indice glicemico possono favorirla, perché l’insulina rilasciata in risposta alla loro assunzione stimola gli ormoni androgeni, che aumentano la produzione di sebo.

Cerca quindi di ridurre gli alimenti ad alto indice glicemico, come quelli a base di farine e zuccheri raffinati, ma anche patate fritte, purè di patate, uva, fichi, cachi, banane e cornflakes.

  • Limita anche il latte (specie quello scremato) perché contiene ormoni naturali e fattori di crescita che possono peggiorare o scatenare i brufoli e l’iperseborrea, mentre meno aggressivi sono i latticini, come yogurt e formaggi, assunti in giuste quantità.

Riduci anche la carne, specie la rossa, che stimolando la produzione di testosterone rende la pelle ancor più seborroica ed acneica.

Via libera invece a mirtilli e zucchine, ricche di acido lipoico che contrasta l’eccesso di sebo, e a carciofi e verdure amare in genere, perché contengono berberina, una sostanza antinfiammatoria.

Consigliati dall’esperto 

  1. I carciofi Oltre alla berberina, sostanza antinfiammatoria, contengono cinarina, che purifica il fegato e l’intestino, con effetti benefici sulla pelle.
  2. I mirtilli Sono ricchi di vitamina A, che rafforza i tessuti e regolarizza la produzione di sebo, e di vitamina E, preziosa per la rigenerazione della cute.

 

Fonte: tratto da un bel servizio di Claudia Bortolato su Starbene di novembre 2016, con la consulenza del dottor Ascanio Polimeni, presidente di Regenera Research Group




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *