Psoriasi, spesso si associa all’artrite!

Psoriasi, spesso si associa all’artrite!

È ormai comprovato che chi soffre di psoriasi ha una maggiore probabilità di sviluppare anche altre malattie sistemiche, come quelle metaboliche (diabete e dislipidemie), cardiovascolari (ipertensione), infiammatorie croniche intestinali (malattia di Crohn).

Non solo: il 20-30% dei pazienti con psoriasi sviluppa artrite psoriasica, una malattia infiammatoria cronica a carico delle articolazioni.

«Tra le artriti questa è sicuramente la forma più complessa da diagnosticare a causa dell’imprevedibilità dei sintomi, che possono manifestarsi anche a distanza di anni dalla diagnosi di psoriasi», afferma Davide Gatti, professore associato di reumatologia all’Università degli Studi di Verona.

«Per questo una stretta collaborazione tra dermatologo e reumatologo è cruciale per evitare i frequenti ritardi diagnostici. Oltre al coinvolgimento cutaneo, nei pazienti con artrite psoriasica insorge un’infiammazione che si traduce in dolore, rigidità (specialmente mattutina) e gonfiore delle articolazioni. Si distinguono forme “periferiche” che coinvolgono più spesso le articolazioni delle mani e dei piedi, e forme “assiali” a carico della colonna vertebrale».

I sintomi possono essere continui, di lieve o grave entità, o alternarsi a periodi di remissione.

«Tra le terapie disponibili per la gestione delle forme che coinvolgono la colonna troviamo i farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans), che riducono il processo infiammatorio ma non sono privi di effetti collaterali, soprattutto a livello gastrointestinale, mentre nelle forme periferiche si ricorre ai Disease Modifying Anti-Rheumatic Drug (DMARDs), come il metotrexate, che intervengono direttamente sul sistema immunitario e placano l’infiammazione articolare. Nei casi di mancata risposta ai trattamenti tradizionali, lo specialista può optare per i farmaci biologici, che agiscono su specifici meccanismi immunologici alla base della malattia.

Le molecole attualmente utilizzate sono infliximab, etanercept, adalimumab, ustekinumab, secukinumab, ixekizumab, golimumab, certolizumab pegol, apremilast».

 

Fonte: estratto da un bell’articolo di Chiara Caretoni su Ok Salute e Benessere, ottobre 2020
Fonte immagine: https://www.topdoctors.it/articoli-medici/cosa-scatena-la-psoriasi

 

 

_____________________________________________

Problemi di acidità di stomaco, ulcera, gastrite, colesterolo alto, acne, forfora, reumatismi, artrite, polipi uterini ed intestinali?

L’Aloe Arborescens in succo puro dell’Associazione Aloe Superiore è un valido rimedio naturale, favorisce la digestione dei cibi e rinforza il sistema immunitario. Inoltre, è molto valido nel contrastare gli effetti collaterali dei farmaci sull’apparato digerente.

L’Aloe Arborescens è in grado di eliminare dal corpo le tossine giacenti nei tessuti, stimolando il metabolismo e l’equilibrio delle cellule umane. Maggiori info a questo link

_____________________________________________

 

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us