Probiotici: perché sono così importanti?

Risultati immagini per probiotici

Probiotico, che letteralmente significa “per la vita”, è un termine utilizzato per indicare microrganismi viventi, appartenenti principalmente alle specie Lactobacillus e Bifidobacterium che possono esercitare, a seguito di ingestione, funzioni benefiche per l’uomo.

  • Il corpo umano ospita una popolazione batterica di circa 100.000 miliardi di cellule, la maggior parte delle quali sono localizzate nel tratto intestinale. L’uomo introduce quotidianamente batteri potenzialmente o effettivamente patogeni e la capacità di ostacolare la loro azione nociva dipende dalla funzionalità della flora batterica intestinale.

Perché sono cosi importanti?

L’intestino, oltre a regolare l’assorbimento delle sostanze nutritive presenti negli alimenti, rappresenta una barriera fondamentale tra ambiente esterno e organismo. La microflora rinforza la funzione della mucosa intestinale, migliorando e stabilizzando la sua funzione di barriera (ad es. costituzione di un biofilm protettivo, diminuzione della permeabilità intestinale, ecc.) aiutandola nella prevenzione degli attacchi dei microrganismi patogeni e della penetrazione degli allergeni.

  • Alcuni batteri lattici, oltre a favorire la digestione, possono rispondere alla richiesta di vitamine del gruppo B da parte dell’organismo sintetizzando biotina, acido pantotenico e vitamina B-12.
  • Inoltre, i microrganismi probiotici hanno la proprietà di sintetizzare sostanze ad azione antimicrobica, come batteriocine, acido lattico e perossido di idrogeno. Tale peculiarità conferisce ad alcuni microrganismi probiotici una vera e propria attività antimicrobica diretta.

In caso di squilibrio tra probiotici e batteri patogeni possono manifestarsi disturbi quali mughetto, candidiasi, gas intestinali, gonfiori addominali, stipsi, diarrea e malassorbimento dei nutrienti. La quantità minima sufficiente per ottenere una temporanea colonizzazione dell’intestino da parte di un ceppo di fermento lattico è di almeno 1 miliardo di cellule vive per ceppo e per giorno.

Prebiotici

La definizione di prebiotico è riservata alle sostanze fermentescibili in grado di favorire lo sviluppo di gruppi batterici intestinali utili per l’uomo. I prebiotici sono costituiti soprattutto da oligosaccaridi (frutto-oligosaccaridi, inulina, lattulosio, ecc.).

Simbiotici

Un prodotto simbiotico è una combinazione di probiotici e prebiotici che agiscono in sinergia per ottenere un effetto benefico sulla salute dell’individuo. Infatti, dalla combinazione di probiotici e prebiotici risulta immediatamente disponibile il substrato per la fermentazione necessario alla colonizzazione del microrganismo nell’intestino.

Fonte: Longlife Nutritional Supplements, guida 2016

 

La redazione di Bellezza & Benessere consiglia: Probiotici Naturali in Cucina – Segreti e ricette degli alimenti fermentati per la nostra salute

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us