Alimentazione per gambe leggere….

La situazione. Stare seduti a lungo può affaticare le gambe, specie se si sta a tavola, mangiando più del solito; in situazioni di questo tipo, mentre la maggior parte dell’organismo è impegnato a digerire, l’afflusso di sangue e ossigeno rallenta perché i vasi sanguigni e linfatici sono sotto pressione per la posizione.

  • Risultato? Gonfiori e cuscinetti.

Come rimediare. Ora che i bagordi sono terminati, l’ideale è un programma alimentare che riossigeni, reidrati e disintossichi l’organismo.

Cosa mangiare. Prima di tutto devi eliminare (o almeno ridurre) gli alimenti che fanno trattenere l’acqua: sale, insaccati, latticini, lieviti, oltre a conservanti, additivi e alcol, poi, segui una dieta a base di cibi che rafforzino l’elasticità delle vene, favoriscano la circolazione e depurino reni e fegato.

  • A ogni pasto mangia almeno 1 porzione di verdure verdi dall’elevato potere remineralizzante e detossinante: carciofi, cavoli, cavolini di Bruxelles, coste, erbette, rucola, sedano, zucchine, alghe kelp e spirulina (che stimolano anche metabolismo e circolazione).
  • Inoltre, ogni giorno metti in tavola 2 dei seguenti cibi: salmone selvaggio dell’Alaska (che, ricco di Omega 3, protegge il sistema cardiocircolatorio), aglio crudo (ha una spiccata attività antibiotica e migliora la circolazione), avocado (ricco di grassi monoinsaturi, aiuta a mantenere bassa la pressione sanguigna), zenzero (tonifica vene e arterie e stimola il sistema cardiocircolatorio), mirtilli (contengono antiocianosidi, elementi che rafforzano le pareti delle vene e ne migliorano l’elasticità), infine, agrumi (essendo ricchi di vitamina C e polifenoli, tonificano i vasi sanguigni e contrastano l’infiammazione data dall’eccesso di tossine).

Piccoli accorgimenti. Fai colazione entro mezz’ora dal risveglio: così aiuti l’organismo a riequilibrare il pH e a evacuare le tossine prodotte durante il processo di rigenerazione notturno; bevi 3 cl d’acqua al giorno per ogni chilo del tuo peso, lontano dai pasti, alternandola a 3 tazze di infuso di centella (1 cucchiaio in acqua bollente per 10 minuti), che lenisce la sensazione di gonfiore e tonifica le pareti delle vene).

Fonte: F, 13 gennaio 2016 – con la consulenza di Haylie Pomroy (nutrizionista di atleti e celeb, autrice del best seller La Dieta Turbo).

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us