Menopausa: l’importanza della vitamina D…

La vitamina D è importantissima, perché permette all’organismo di fissare il calcio nelle ossa! Questa vitamina è prodotta dalla nostra pelle quando siamo esposti alla luce.

Circa 15 minuti di luce diretta sulle nostre mani e sul viso sono di solito sufficienti per ottenere la quantità di vitamina D di cui abbiamo bisogno.

  • In estate esporsi al sole per circa 45 minuti al giorno, nelle prime ore del mattino (dalle 8 alle 11), senza protezione solare (lo schermo protettivo dei cosmetici limita l’assorbimento dei raggi ultravioletti, aiuta a fare il pieno di vitamina D.

In inverno, la luce del sole non è abbastanza forte e si trascorrono molte ore in ambienti chiusi, per cui è difficile produrre questa vitamina. Dobbiamo, quindi, fare affidamento su fonti alimentari.

Come il pesce grasso (per esempio il salmone), le uova (due volte a settimana) e gli alimenti fortificati con vitamina D, come alcuni cereali per la colazione e i prodotti lattierocaseari.

  • Durante la menopausa è utile misurare, attraverso un semplice prelievo di sangue, le proprie risorse di vitamina D, per valutare un’eventuale integrazione.

Mentre è bene sapere, che un consumo molto elevato di vitamina A può avere un effetto negativo sulle ossa, determinando una riduzione della loro massa. Quindi non eccedere nel consumo, per esempio, di fegato e di integratori che contengono più di 1,5 mg di vitamina A al giorno.

Attenzione per supplementi di olio di fegato di pesce, in quanto sono spesso ad alto contenuto di vitamina A.

Fonte: tratto da un articolo di Angelica Amodei su Più Sani Più Belli, luglio 2016

La redazione di Bellezza & Benessere consiglia: D 1000 – Integratore alimentare a base di vitamina D3

 

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *