Allarme tatuaggi: «Il 18% dei pigmenti risulta contaminato»…

Il 18% dei pigmenti utilizzati per i tatuaggi sarebbe contaminato da cariche microbiche e fungine.

È il risultato delle indagini effettuate su un campione prelevato dai Nas.

Il ministero della Salute ha così disposto il divieto temporaneo di vendita e di uso dei pigmenti non conformi, con richiesta di analisi ufficiali per il contraddittorio.

Al momento, su 169 campioni prelevati, 29 sono risultati contaminati.

Ma le operazioni sono ancora in corso.

Fonte: La Nazione, 9/08/15

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us