Proteine a colazione? Sì, ma meglio quelle dello yogurt…

Lo yogurt è molto importante anche per il suo contenuto in proteine, le quali restano più o meno invariate rispetto alla quantità presente nel latte da cui viene ricavato; ma poiché vengono parzialmente scisse e scomposte in amminoacidi, risultano più facilmente digeribili.

Gli amminoacidi che costituiscono le proteine dello yogurt sono molecole definite “essenziali”, cioè assimilabili esclusivamente attraverso l’alimentazione, poiché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarle.

Per questo sono ritenute proteine di alto valore biologico. Sono importanti per le funzioni che svolgono, tra cui quella di veicolare il trasporto di minerali fondamentali come il calcio, contribuendo così al benessere delle ossa e preservando la massa muscolare.

  • “La quota di grassi, invece – spiega la dottoressa Bortolozzo – rimane sostanzialmente la stessa del latte. Sono presenti acidi grassi insaturi, acidi grassi a catena corta che svolgono un’attività protettiva per il colon e basse quantità di colesterolo. Lo yogurt contiene anche un’elevata dose di micronutrienti tra cui il calcio, le vitamine idrosolubili presenti nella componente acquosa del latte, e quelle presenti nella frazione lipidica. Inoltre, la presenza di vitamina PP e di acido pantotenico aiuta il nostro organismo in caso di disturbi digestivi. Ovviamente il quantitativo di questi nutrienti varia in base al tipo di latte utilizzato per la produzione dello yogurt e alle modifiche apportate nella lavorazione”.

 

Fonte: tratto da un bel servizio di Federica Pagliarone su Più Sani Più Belli, ottobre 2017 – con la consulenza della biologa nutrizionista Sara Bartolozzo




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *