Occhi secchi? I motivi possono essere questi…

Occhi secchi? I motivi possono essere questi…

Stropicciati fin dal mattino. Costretti a stare davanti al computer per ore e poi incollati su smartphone e tablet. Appesantiti dal trucco, nel caso delle donne. Se gli occhi sono lo specchio dell’anima, non si può dire che si tenga in grossa considerazione entrambi.

E l’ambiente che ci circonda non fa che peggiorare questa condizione: fumo, inquinamento, schermi digitali e aria condizionata sono nemici della salute dell’occhio. Senza stravolgere le abitudini di ciascuno, è possibile però prevenire alcuni disturbi e sindromi di cui ancora non si parla abbastanza.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la sindrome dell’occhio secco è tra le più ignorate e sottovalutate della società moderna.

  • Maggiormente colpita è la popolazione sopra i 50 anni e, in particolare, il 60% dei pazienti è donna.
  • Nelle persone colpite dalla sindrome si ha un deficit di lacrime, importanti per l’idratazione dell’occhio.

“Possiamo immaginare il film lacrimale come una sorta di sandwich – spiega il professor Aldo Caporossi —. Esternamente c’è uno strato lipidico che impedisce alla componente acquosa di evaporare; internamente, a contatto con le strutture oculari, c’è uno strato di mucine, che tiene la parte acquosa attaccata alle cellule; la parte acquosa, che è la più ampia, è localizzata in mezzo alle due precedenti”.

Quando sbattiamo le palpebre, la pellicola lacrimale viene distribuita in modo uniforme per proteggere la cornea dall’essiccazione e dalle infezioni, idratarla e aiutarne l’ossigenazione… 

 

Fonte: estratto da un bel servizio di Elisabetta Gramolini su Più Sani Più Belli, ott. 2018
Fonte immagine: https://www.repubblica.it/salute/medicina-e-ricerca/2018/09/12/news/sindrome_dell_occhio_secco_ne_soffre_il_90_delle_donne_in_menopausa-206230007/

 

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us