La maschera con rosa mosqueta e liquirizia…

Rigenerante, schiarente e tonificante, è adatta a tutte le pelli. Ed è efficace anche per contrastare i segni dell’età 

Cosa ti serve

  • 50 g di burro karité
  • 10 ml di olio di enotera
  • 5 gocce di olio essenziale di rosa
  • 10 gocce di olio di rosa mosqueta
  • 10 g di estratto secco di rizoma di iris
  • la punta di 1 cucchiaino di polvere di liquirizia

Preparazione:

Sciogli a bagnomaria il karité e l’olio di enotera. A parte, prepara il decotto di iris: metti in una ciotola l’estratto secco, versa 100 ml di acqua bollente, copri e lascia in infusione per 15 minuti, poi filtra. Togli entrambi dal fuoco.

Versa il decotto nel composto di olio e burro, aggiungi gli altri ingredienti e amalgama bene aiutandoti con un frullatore a immersione.

Conserva il residuo non usato in un barattolo di vetro (quelli da confetture fai da te) per 3-4 giorni in frigorifero.

ZOOM SUGLI INGREDIENTI

  • «Il burro di karité è ricco di sostanze emollienti, nutrienti, lenitive e antietà, come le vitamine A, D e F, e gli acidi grassi insaturi, tra i quali l’oleico e il palmitoleico», dice Carlo Di Stanislao, dermatologo.
  • «L’olio essenziale di rosa è un’ottima fonte di betacarotene, uniformante e potente antiossidante, e di vitamina C, noto antiage ad azione illuminante e stimolante per la produzione del collagene. L’olio di rosa mosqueta, inoltre, ha un’alta percentuale di acidi grassi polinsaturi e di una speciale sostanza, l’acido trans-retinoico, che lo rendono un buon rigenerante cutaneo.

L’estratto di rizoma di iris, invece, è ricco di oli essenziali, zuccheri e amidi che hanno, tra le altre, proprietà aromatizzanti, rinfrescanti e leggermente antisettiche. La radice di liquirizia, infine, è schiarente, mentre l’olio di enotera, ricchissimo di acidi grassi essenziali Omega 6, rinforza l’azione barriera della pelle ed è un ottimo emolliente. L’insieme di questi ingredienti conferisce alla maschera proprietà tonificanti, rigeneranti, idratanti e illuminanti».

Come si usa

Applica il composto massaggiandolo con i polpastrelli su viso e collo. Dopo mezz’ora, eliminalo risciacquando con acqua tiepida, poi tampona delicatamente il viso con una salvietta e applica la crema abituale. Poiché contiene oli essenziali e altri estratti naturali, per evitare reazioni di fotosensibilizzazione, stendi questa maschera solo la sera.

Il trucco in più

Se hai la pelle sensibile e che tende ad arrossarsi, per eliminare la maschera, preferisci all’acqua di rubinetto quella termale, calmante e intensamente lenitiva.

 

Fonte: un articolo di Claudia Bortolato tratto da Starbene 17/01/17




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *