Il Dottor Marco Stegagno ci porta alla scoperta dell’Oligoterapia…

oligoterapia“LA OLIGOTERAPIA” rappresenta una opportunità terapeutica estremamente efficace, spesso utilizzabile da sola, senza necessariamente doverla utilizzare associata ad altre metodiche.

Fondamentalmente consiste nella somministrazione “per os” dei cosiddetti “OLIGOELEMENTI”, che altro non sono che sostanze normalmente presenti nel nostro organismo, ma in quantità talmente basse da non potere essere dosate secondo le comuni metodologie di indagine (es. del sangue).

  • Questi OLIGOELEMENTI essenzialmente riconducibili a Manganese, Rame, Oro, Argento, Zinco, Nichel, Cobalto, Cromo, Magnesio, pur essendo presenti in “tracce” nel nostro corpo – anche se il Magnesio è facilmente dosabile – rivestono un ruolo fondamentale nel mantenimento dello stato di salute, in quanto permettono il normale svolgimento delle reazioni biochimiche all’interno dell’organismo.

È importante tenere presente che tutti gli elementi della “TAVOLA PERIODICA” possono essere utili in terapia; tutte le sostanze sono biologicamente attive: il loro effetto dipende dalla quantità, dalla solubilizzazione e dall’assorbibilità.

Distinguiamo una OLIGOTERAPIA FARMACOLOGICA, che è la forma più conosciuta; quella che, tanto per intenderci, è attuata anche dalla medicina tradizionale e volta a curare specifiche patologie attraverso la somministrazione di dosaggi ponderali, il più delle volte al limite con quelli tossici; (esempio: somministrare ferro in caso di anemia).

Distinguiamo una OLIGOTERAPIA INTEGRATIVA, volta a garantire all’organismo il fabbisogno giornaliero di oligoelementi; si attua ogni volta che compaiono sintomi clinici e/o obiettivi di carenza assoluta; (esempio: si somministra Magnesio e/o vit. B6 in caso di intolleranza alimentare ai carboidrati).

Distinguiamo infine una OLIGOTERAPIA CATALITICA, volta alla somministrazione di uno o più oligoelementi specifici nell’ordine del milionesimo di grammo per millilitro secondo modelli clinici predefiniti chiamati DIATESI. Ma come agisce la terapia catalitica?

oligo

Se ad esempio somministriamo ferro in un paziente affetto da anemia sideropenica, non facciamo altro che compiere un atto sostitutivo, che può migliorare momentaneamente la malattia.

Se invece allo stesso paziente somministriamo micro dosi di rame, effettuiamo un intervento catalitico, che spesso porta alla soluzione duratura del problema; il rame è parte integrante di un enzima che modula il metabolismo del ferro: somministrandolo in forma di oligoelemento interveniamo in modo da “resettare” il metabolismo del ferro.

  • Il vantaggio della oligoterapia catalitica è quello di somministrare al paziente dosi non ponderali e quindi non tossiche di un elemento; quindi quello di ottenere un beneficio per la salute in assenza di effetti collaterali.

Come dicevo prima gli oligoelementi vengono somministrati secondo modelli clinici predefiniti chiamati “DIATESI”; distinguiamo 4 diversi tipi di diatesi:

  • ALLERGICA,
  • IPOSTENICA,
  • DISTONICA,
  • ANERGICA.

ALLERGICA: caratterizzata da manifestazioni a prevalente carattere allergico il cui rimedio catalitico è il Manganese. Ma sono proprie di questa diatesi tutte le manifestazioni caratterizzate da iperattività come collera, emotività, ipertensione, ipermenorrea, ipertiroidismo e tutte le altre con suffisso IPER.

IPOSTENICA: contraddistinta da malattie riferibili a infezioni recidivanti come tonsilliti, faringiti, cistiti, bronchite ecc…il cui rimedio catalitico è il Manganese-Rame.

DISTONICA: a questa diatesi appartengono le forme morbose causate da distonia del sistema nervoso neurovegetativo: ansia, insonnia, astenia, difficoltà di concentrazione; l’oligoelemento in questi casi è il Manganese-Cobalto.

ANERGICA: diatesi dominata dalla mancanza di vitalità con progressivo atteggiamento di rinuncia alla vita come tipicamente avviene nella sindrome depressiva; in questi casi ci si può giovare della somministrazione dell’oligoelemento Oro-Rame-Argento.

Un Guest Post del Dottor Marco Stegagno

——————————-

Marco StegagnoMedico, Studioso di Omotossicologia Bioenergetica, il Dottor Marco Stegagno è nato a Bologna nel 1966, qui si laurea in medicina e si specializza in Chirurgia d’urgenza e di pronto soccorso.

Studioso di Omeopatia, Omotossicologia e Kinesiologia applicata. Diplomato in Agopuntura presso il centro Internazionale di Medicina Integrata, avendo seguito la scuola triennale diretta dal Professor Antonio Monti.

Applicando in maniera integrata gli studi fatti, opera una Omotossicologia Bioenergetica (cioè, applicata ai principi dell’agopuntura) completata dal test muscolare kinesiologico per un più completo approccio olistico al paziente, basato sul denominatore comune della valutazione delle intolleranze alimentari.

Per contattare il Dottor Stegagno:

 

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *