Bellezza & Benessere ha incontrato la Dottoressa Simona Perseo, biologa nutrizionista: “La prima colazione è il pasto più importante della giornata”…

Simona PerseoOggi parliamo con la Dottoressa Simona Perseo, una Biologa Nutrizionista.

Si occupa di educazione alimentare, diete altamente personalizzate per il trattamento di Obesità e Sovrappeso, diete per bambini. Diete per Sportivi, per Gestanti e Nutrici.

Le abbiamo rivolto alcune domande per te, leggi attentamente la lunga intervista.

 

La prima colazione è uno dei pasti più importanti, eppure, gli italiani continuano a trascurarlo. Quali consigli puoi dare in merito?

La prima colazione è il pasto più importante della giornata perché  fornisce l’energia necessaria, dopo il riposo notturno, e permette al corpo e al cervello di ripartire al meglio, grazie all’apporto di diversi nutrienti.

Durante il digiuno il nostro organismo utilizza le riserve di zucchero del fegato che al risveglio sono in fase di esaurimento: se non abbiamo la sana abitudine di fare una buona colazione, andiamo incontro a un meccanismo di compensazione bruciando le proteine muscolari e  i grassi di riserva per produrre energia.

Prima colazioneInoltre dopo un digiuno prolungato si tende a consumare un pranzo e una cena abbondanti, con un conseguente massiccio immagazzinamento di energia sotto forma di grassi. Una prima colazione adeguata aiuta ad aumentare il senso di sazietà durante tutto il giorno, favorendo la regolarità dei pasti.

È ormai dimostrato che chi non fa colazione ha più difficoltà nel controllare il proprio peso e tende ad adottare abitudini alimentari scorrette, che possono portare poi a patologie anche gravi.

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che  le persone  che fanno colazione presentano un rischio ridotto del 50% di sviluppare obesità rispetto a coloro che invece la saltano.

Gli alimenti più indicati per la prima coazione sono latte o yogurt che forniscono proteine, vitamine, sali minerali e zuccheri semplici; pane o fette biscottate o fiocchi di cereali come fonte di zuccheri complessi; frutta fresca o spremuta per aggiungere essenzialmente fibra e vitamine; infine si può aggiungere un poco di  miele o marmellata e un  una tazza di caffè o di  tè che ci danno un effetto stimolante utile al momento del risveglio.

 

Quali sono i segreti di un’alimentazione corretta?

Una sana ed equilibrata alimentazione è fondamentale per mantenere una perfetta forma fisica, ma soprattutto per prevenire numerosissime patologie degenerative.

Il nostro organismo ha bisogno di tutti gli elementi nutritivi contenuti negli alimenti. Le diete troppo restrittive, che eliminano interi gruppi di alimenti creano nel nostro corpo numerosi scompensi e il più delle volte non aiutano nemmeno a perdere peso! Quante volte ti sarà capitato di seguire l’ultima dieta di moda e riprendere in brevissimo tempo tutti i chili che avevi perso con enorme fatica? Non esiste un segreto particolare.

Frutta e verdura variaBisogna imparare a conoscere bene quello che mangiamo. Il mio lavoro è proprio quello di insegnare alle persone ad abbinare i cibi in maniera corretta, a suddividere i pasti nella giornata nel modo giusto, tenendo anche conto che ogni persona è diversa dall’altra, non solo fisicamente, ma anche nello stile di vita e nel carattere. Esistono comunque dei principi generali che dovrebbero essere seguiti da tutti:

  • Fare sempre la prima colazione.
  • Consumare i pasti ad orari regolari. All’ora del pranzo è preferibile mangiare carboidrati complessi (pasta o riso), indispensabili per apportare al fisico forza ed energia.
  • Importanti sono anche le proteine, che garantiscono il rinnovo e la crescita cellulare, nonché lo sviluppo della massa magra, cioè dei muscoli a dispetto della massa grassa.
  • Abbiamo poi i grassi che svolgono numerosissime funzioni nel nostro organismo, che vanno consumati con attenzione (ma mai eliminati!) perché ci danno maggiori calorie.
  • Fare due spuntini durante la giornata è importante per non arrivare ai pasti principali affamati, ma soprattutto perché le merende di metà mattinata e del pomeriggio, aiutano a stimolare il
  • Consumare frutta e verdura (almeno 5 porzioni al giorno)
  • Bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno

Uno stile di vita sano comprende anche una costante attività fisica, quindi, ritagliare nella settimana qualche ora da dedicarvi migliorerà il peso e la salute.

È vero che la pasta fa ingrassare?

Si tratta di un mito da sfatare. Molti pensano che, eliminando questo alimento, sia possibile perdere peso in modo sano. Il segreto sta nella quantità, nella modalità di cottura e di condimento.

spaghetti allo scoglioLa pasta non fa ingrassare, perché è poco calorica e inoltre ha un ottimo effetto saziante. Inoltre, rilascia zuccheri nel sangue in modo graduale: un bene per la linea, perché evita che il glucosio si trasformi in grasso.

I carboidrati complessi che compongono la pasta sono la principale fonte di energia per chiunque, ancora più utile se si svolge un’attività fisica.

La pasta, dunque, fa ingrassare solo quando è condita in modo pesante, con molto olio ad esempio. Il suo consumo è consigliato, comunque, una volta al giorno, preferibilmente all’ora di pranzo, magari evitando il pane nello stesso pasto.

 

Quanto sono importanti gli antiossidanti per il nostro corpo? E se lo sono, in quali alimenti li troviamo più facilmente?

Gli antiossidanti sono sostanze importantissime per la nostra salute, che contrastano, nel nostro organismo, le reazioni chimiche provocate da svariate molecole, fra cui l’ossigeno, responsabili della formazione dei radicali liberi.

I radicali liberi sono sostanze chimiche altamente instabili molto dannose per l’organismo in quanto possono accelerare i processi di invecchiamento cellulare, attivare processi infiammatori, avere effetti cancerogeni, favorire l’arteriosclerosi e il decadimento del sistema immunitario.

vitamina cGli antiossidanti sono in grado di fermare le reazioni a catena innescate dal processo di ossidazione, contrastando efficacemente la formazione e l’azione dei radicali liberi.

  • Tra i più importanti ci sono la vitamina C, contenuta in frutta e verdura, la vitamina E, contenuta negli olii vegetali, gli antiossidanti polifenolici come il resveratrolo, contenuti nei frutti e nel vino, le antocianine contenute nelle arance rosse, i carotenoidi come il licopene ( ne sono ricchi i pomodori) contenuti anch’essi nella verdura.

Infine anche alcuni oligoelementi (selenio, rame, manganese, zinco) essenziali per il funzionamento dei sistemi enzimatici antiossidanti dell’organismo. La maggior parte degli antiossidanti di provenienza alimentare si trova in cibi di origine vegetale (ortaggi, frutta, cereali, legumi, semi, cacao, tè, caffè, vino rosso).

 

Qual è l’alimento che non dovrebbe mai mancare nella dieta di una donna?

Sono molti gli alimenti che non dovrebbero mai mancare nella dieta di una donna. Molto importanti sono quelli ricchi di calcio come il latte, lo yogurt e i semi di sesamo. Il calcio è un minerale fondamentale per la salute delle  ossa, e da alcuni studi scientifici sembra chSemi di Sesamoe abbia anche un ruolo importante nella prevenzione di alcune forme tumorali.

Le donne dai 19 ai 50 anni dovrebbero assumere una quantità giornaliera di calcio pari a 1.000 milligrammi. Dopo i 50 anni, la dose raccomandata aumenta a 1.200 milligrammi al giorno.

Nella dieta di una donna non dovrebbero mai mancare la Vitamina E (ce sono ricchi soprattutto l’olio extravergine di oliva e gli oli di semi), un potente antiossidante che rallenta l’invecchiamento cutaneo, le fibre (contenute nella verdura, nella frutta e nei cereali), che regolano il funzionamento intestinale e rallentano l’assorbimento dei grassi.

 

Il magnesio aiuta veramente le donne a superare meglio i problemi legati al ciclo?

La sindrome premestruale colpisce  milioni di donne nel mondo. A soffrine infatti è oltre l’85% della popolazione femminile, avvertendo uno o più sintomi nei giorni precedenti o durante i ciclo mestruale. Tra queste donne, circa il 10% mostra sintomi talmente gravi da rendere difficile, se non addirittura impossibile, svolgere le normali attività quotidiane.

sindrome premestrualeLa sindrome premestruale può manifestarsi con disturbi dell’umore quali depressione, irritabilità, mal di testa, tensione mammaria, forte aumento di peso e ritenzione idrica.

La reale causa di questo fenomeno, è ancora sconosciuta, e diverse sono le teorie avanzate negli anni. Sicuramente esiste un legame con il cambiamento ormonale che avviene in questo periodo.

Il magnesio è un minerale estremamente utile nel trattamento della sindrome premestruale e in generale viene consigliato proprio a partire dai 10 giorni precedenti il ciclo. In particolare questo minerale svolge una efficace azione distensiva sulla muscolatura dell’utero migliorando lo spasmo spesso doloroso. Inoltre il magnesio è utilissimo anche sull’irritabilità tipica del periodo premestruale.

Ci sono molti cibi particolarmente ricchi di magnesio:

  • Crusca 420 mg/100g
  • Cioccolato amaro 292 mg/100g
  • Mandorle 260 mg/100g
  • Cacao 192 mg/100g
  • Arachidi 167 mg/100g
  • Nocciole 160 mg/100g
  • Pistacchi 158 mg/100g
  • Noci  130 mg/100g
  • Mais 120 mg/100g
  • Bieta 113 mg/100g
  • Cioccolato dolce 107 mg/100g

Il cioccolato sarebbe in grado  di aumentare i livelli di serotonina del sistema nervoso centrale, contrastando la tendenza al cattivo umore e alla depressione. Il consumo di cioccolata infatti aumenta sensibilmente nei giorni precedenti il ciclo.

 

In chiusura di questa lunga intervista, quali sono i sogni nel cassetto di Simona Perseo, a cosa sta lavorando?

Amo moltissimo il mio lavoro e mi piace insegnare alle persone come si può mangiare in modo sano ed equilibrato senza dover rinunciare ai piaceri della buona cucina.  Svolgo la libera professione ormai da circa 10 anni.

Simona Perseo radioUltimamente sto scrivendo articoli dedicati alla sana alimentazione su alcuni siti internet e tengo una rubrica settimanale su Radio Nostalgia. Questa nuova esperienza mi sta dando molte soddisfazioni e mi piacerebbe tenere una rubrica di sana alimentazione anche in una televisione locale

………………………………………………………………………

Simona Perseo svolge la libera professione presso i suoi studi di Viareggio e Forte dei Marmi, ma si sposta su tutto il territorio della Versilia e della provincia di Massa Carrara per visite presso vari studi medici della zona.

Svolge inoltre attività di consulenza alimentare per società sportive, palestre, centri fitness ed estetici. Organizza presso varie associazioni ed enti corsi di educazione alimentare, collabora con  il Comune di Forte dei Marmi come nutrizionista per l’elaborazione dei menù delle mense scolastiche.

Per info o appuntamento:

 La Dottoressa Perseo risponde alla domanda di un’amica sui grassi e gli oli vegetali non idrogenati, la trovi a questo link.




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *