Escholtzia: la pianta del sonno riparatore e tranquillo!

Parte utilizzata: la parte area fiorita

Indicata per: difficoltà a prendere sonno nell’adulto e nel bambino, ansia, incubi

La pianta del sonno riparatore e tranquillo

La presenza di un ipnotico naturale della famiglia degli alcaloidi, la californidina, che non provoca assuefazione, esercita un effetto benefico sulla qualità del sonno nella fase di addormentamento e sull’ansia che accompagna i risvegli notturni e gli incubi.

  • Sedativa senza essere narcotica, la pianta è perfettamente tollerata, in particolare dai bambini dei quali calma l’intensa agitazione che, in alcuni, precede il sonno.
  • Ansiolitico naturale, combatte lo stress e permette di ridurre il nervosismo che è all’origine delle turbe del sonno.

Può sostituire perfettamente gli ipnotici più comuni senza produrre assuefazione, tossicità o effetti secondari presenti di solito al mattino nel momento del risveglio. Grazie alle sue virtù antispasmodiche, è indicata per attenuare i dolori o i crampi che accompagnano i disturbi del sonno.

Leggi anche: Sonno difficile, i consigli dietetici per dormire meglio

 

Fonte: “ABC delle piante”, Ed. Romart

 




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *