È così importante prendere l’acido folico in gravidanza?

L’assunzione di folati, una vitamina appartenente al gruppo B (B9), sono fondamentali e indispensabili per la donna: in età fertile contribuiscono a riparare e produrre le cellule, specie del sangue e della pelle, e in gravidanza a prevenire il rischio, anche fino al 70 %, di gravi malformazioni fetali, come i difetti del tubo neuronale, responsabili della spina bifida, anencefalia e encefalocele, malformazioni congenite cardiovascolari o urinarie, malformazioni delle labbra e riduzione degli arti.

Per proteggere il feto da questi gravi danni, occorre triplicare il normale dosaggio di queste vitamine acquisite con una dieta ricca di frutta e verdura fresche, legumi e cereali, assumendo un integratore (l’acido folico), iniziando almeno due mesi prima della “programmata” gravidanza.

Ovvero in quantità di 0.4 mg quotidiani nel periodo peri-concepimento, passando a 0.6 mg durante la gravidanza e fino al terzo mese poiché il feto attinge il suo fabbisogno dalle risorse della mamma, e proseguendo con 0.5 mg, sempre giornalieri, anche durante l’allattamento per compensare le perdite che avvengono con il latte materno.

In casi a rischio, cioè in donne in cui si sono avuti difetti del tubo neurale in precedenti gravidanze o che hanno familiarità con malformazioni congenite, in donne in terapia con antiepilettici o antagonisti dell’acido folico. O, ancora, in mamme che hanno avuto aborti ripetuti o che sono affette da diabete, celiachia e patologie gastrointestinali, il dosaggio di acido folico peri-concezionale dovrebbe essere aumentato fino a 4-5 mg giornalieri, secondo il consiglio del medico di famiglia o del ginecologo.

Oltre all’acido folico, oggi si stanno scoprendo anche altri micronutrienti, come vitamine e minerali, che hanno un ruolo importante in gravidanza.

  • Tra questi vi sono gli Omega 3, contenuti soprattutto nel pesce azzurro di piccola taglia (alici, sgombri e sardine). Di questi riveste un ruolo fondamentale il DHA, un acido grasso appartenente anch’esso alla famiglia degli Omega-3, che contribuisce allo sviluppo cerebrale e dell’apparato visivo nel feto e nel lattante.

Anche il DHA, presente nelle carni dei pesci grassi (merluzzo, salmone, tonno, sgombro), nelle aringhe, sardine, pesce azzurro in genere e nel latte materno, richiede in gravidanza un’assunzione giornaliera maggiorata che va valutata con lo specialista di riferimento.

 

Fonte: un articolo della dottoressa Irene Cetin, direttore dell’U.O. di Ostetricia e Ginecologia, Ospedale Buzzi, Università degli Studi di Milano

Acido Folico 400 mcg – 360 compresse – 1 anno di fornitura – Essenziale durante la gravidanza -SimplySupplements
€13,95
Acquistalo su Amazon.it

 

 

Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *