Come funziona l’omeopatia…

È un modo di curare basato sulla “legge dei simili”, ossia sull’impiego di una sostanza (il rimedio) che somministrata a una persona sana provoca sintomi uguali a quelli accusati dal malato. Da ciò ne discende che la terapia è tanto più efficace quanto meglio viene individuato il “simile”.

  • Il modo d’azione del rimedio assomiglia a quello di un vaccino.

L’omeopatia nasce dagli studi di Samuel Hahnemann (1755-1843), un medico tedesco. Nei suoi quasi duecento anni di vita, la medicina omeopatica ha catalogato circa 1500 rimedi, tramite il sistema della sperimentazione sull’uomo sano. I farmaci omeopatici vengono ricavati da sostanze vegetali, animali e minerali diluendo più e più volte la “tintura madre”. Essi sono del tutto innocui.

Non provocano allergie, né assuefazione, né altri spiacevoli fenomeni secondari. Se ordinati secondo scienza, guariscono il malato alla perfezione, se mal prescritti, non funzionano per niente. L’omeopatia serve sia nei lievi disturbi acuti (tonsilliti, faringiti, bronchiti ecc.) sia, soprattutto, nelle malattie croniche dello stomaco (gastriti), dell’intestino (allergie), del sistema nervoso (ansia), della pelle (eczemi, dermatiti), delle vie respiratorie, e nei disturbi psicosomatici.

  • I risultati più brillanti vengono raggiunti nei bambini, perché questi hanno un capitale di energia ancora intatto. Il rimedio omeopatico non giova nelle urgenze. In numerose malattie croniche, poi, l’omeopatia può integrare la medicina ufficiale e consentire la riduzione dei medicinali chimici.

 

Fonte: tratto dallo speciale “Medicina Naturale” allegato a Viversani e Belli, 18/1995

Gemmoderivato Floripotenziato - Juglans Regia
Gemmoderivato Floripotenziato – Juglans Regia
16,00 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Bellezza & Benessere

2 pensieri su “Come funziona l’omeopatia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *