Via la cattiva digestione con la genziana…

Agevola le funzioni dello stomaco e combatte anche la sonnolenza del dopo pasto.

Amara, tonica, stimolante delle secrezioni gastriche, quindi aperitiva e digestiva, la genziana svolge anche un’ottima azione antinfiammatoria ed è utile per combattere la febbre.

Migliora la digestione

I principi attivi della genziana si possono classificare perlopiù come glicosidi amari, anche se non mancano alcaloidi e flavonoidi.

Per contrastare la digestione lenta e difficile si può utilizzare la tintura madre diluita: 30 – 40 gocce in una tazzina da caffè di acqua tiepida, da assumere prima ed eventualmente dopo i pasti. La genziana ha anche un’azione tonica generale ed è quindi utile per chi soffre di sonnolenza dopo il pasto.

Con le radici macerate si prepara la grappa

Nonostante l’uso di superalcolici non sia mai consigliato, macerando 20 g di radici di genziana in 1 l di acquavite si otterrà, dopo 2 settimane, un’ottima grappa digestiva.

  • In alcuni soggetti l’assunzione della genziana può procurare cefalea.
  • La genziana è controindicata in caso di ulcera gastrica o duodenale. Prima dell’assunzione dei preparati a base della pianta consultare sempre il medico di fiducia.

Fonte: Un vecchio numero di Casa in Fiore

La redazione di Bellezza & Benessere consiglia: Atlante illustrato delle piante medicinali e curative

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us