Stress: un po’ fa bene. Ma non sempre e non troppo…

Risultati immagini per sali minerali

Sono sull’orlo di una crisi di nervi: è stress. Un momento sono felice, un momento sono da suicidio: è stress. Si potrebbe continuare, ma non prendiamoci in giro e soprattutto, non sottovalutiamo lo stress.

Sì, essere stressati, è un po’ la condizione base di tutti, oggi, per un motivo o per l’altro, la nostra vita ci chiede sempre un po’ di più di quello che i nostri bioritmi potrebbero dare. Così siamo sotto stress, cioè sopra le righe, un po’ tirati, affaticati. E c’è una graduatoria nello stress, perché un po’ di tensione fa bene: ci rende attivi, competitivi, vivaci, ma superare sempre la soglia della tensione, questo no, è troppo.

Allora, se ripensiamo un momento alle patologie e alle sintomatologie che abbiamo appena visto nel capitolo precedente, per ognuno dei nostri sali minerali e oligoelementi, c’erano un po’ tutti quei disturbi che abbiamo elencato, manifestandoli allo stato brado.

Allora vuol dire che tutti quei malesseri e malori e affaticamenti sono segnali che abbiamo carenze di minerali? Sono segnali che ci possono ricondurre alla mancanza di alcuni sali minerali? Pensiamo proprio di sì.

E loro, i sali minerali e gli oligoelementi, di cui abbiamo ampiamente parlato, presentandoli uno per uno, sì, ci possono aiutare molto. Sono lì per darci una mano, anzi un sale. Se abbiamo la pazienza di rivedere, sintomo per sintomo, a quale carenza dobbiamo il nostro malessere.

È quello che faremo adesso. Tenendo conto di tutte le differenze che ci possono essere fra una persona e l’altra, l’ambiente, l’età, il sesso, la situazione familiare, la posizione sociale, il lavoro, il territorio, l’habitat, lo stile di vita. E anche a parità di tutte queste condizioni, lo sappiamo, a meno di non essere clonati, ognuno reagisce diversamente per carattere, sensibilità, educazione, familiarità. Il DNA insomma. Ma i sali minerali sanno tenere conto di tutte queste differenze? Sì, se sono inseriti in un accurato discorso anamnestico. 

Fonte: un estratto da “Il libro delle vitamine e dei sali minerali“, di Matilde Lucchini e Nunzia Monanni – trovi il libro su Amazon a questo link

 

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *