Sei iperteso? Eccoti i cibi “sì” e i cibi “no”!

Risultati immagini per cacao amaro

CIBI “SI”

  • Cioccolato amaro:
    10 g al giorno circa di questo alimento, contenente alte percentuali di cacao, aiuta a ridurre la pressione.
  • Mirtillo:
    grazie all’aumento della produzione di ossido nitrico, un vasodilatatore, contribuisce a ridurre la pressione.
  • Aglio:
    la metabolizzazione dell’aglio contribuisce alla corretta regolazione dell’ossido nitrico endoteliale, sostanza con potere vasodilatante.
  • Peperoncino:
    è un vasodilatatore e, dunque, può abbassare la pressione arteriosa.
  • Pomodoro:
    è ricco di potassio e contribuisce a tenere bassa la pressione.
  • Barbabietola rossa:
    è fonte di nitrati inorganici in grado di aumentare l’ossido nitrico nel sangue e abbassare la pressione, soprattutto nei pazienti già ipertesi.

CIBI “NO”

  • Liquirizia:
    un suo abuso può provocare ritenzione idrica e conseguente aumento della pressione.
  • Caffè:
    contiene sostanze vasocostrittrici, è necessario consumarlo con moderazione.
  • Salse pronte:
    come ketchup, maionese e salsa di sola contengono grandi quantità di sale.
  • Salumi e carni lavorate:
    oltre a contenere molto sale, questi alimenti sono spesso ricchi di grassi.
  • Cibi in scatola, pronti o conservati sotto sale:
    questi prodotti sono spesso addizionati con sale, inoltre, possono contenere zuccheri, grassi e conservanti, il cui consumo eccessivo può interferire con un sano regime alimentare.

Fonte: tratto da un servizio di Luana Trumino su Più Sani Più Belli di novembre 2016 – Con la consulenza del prof. Massimo Volpe, direttore della Scuola di specializzazione in malattie dell’apparato cardiovascolare dell’università “La Sapienza” di Roma e del prof. Gianfranco Parati, presidente della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa.




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *