Se il ferro è basso, il cuore ci rimette! Anche in assenza di anemia conclamata…

Risultati immagini per chiodi

Una carenza di ferro nel sangue potrebbe rappresentare un fattore scatenante per molti disturbi cardiaci.

Lo evidenzia uno studio condotto dai ricercatori londinesi dell’Imperial College che ha svelato, per la prima volta, come i livelli di ferro ematico siano legati al rischio di malattie del cuore, in cui le arterie tendono a ostruirsi a causa del progressivo accumulo di grassi sulle pareti interne.

  • Mantenere il ferro a livelli ottimali è molto importante, poiché sia livelli troppo bassi sia troppo alti possono portare a disturbi”, raccomandano gli studiosi inglesi.

Secondo l’Istituto superiore di sanità, ogni maschio adulto dovrebbe assumerne circa 10 mg al giorno attraverso l’alimentazione, mentre il fabbisogno per le donne sale a 18 mg.

 

Fonte: un articolo di Stefano Miglio, tratto da Più Sani Più Belli, ottobre 2017

Ferro - Integratore Alimentare
Ferro – Integratore Alimentare
19,90 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *