Osteoporosi: oltre al movimento, utile una dieta adeguata!

L’osteoporosi è una malattia molto diffusa, che colpisce circa 5 milioni di Italiani. L’incidenza di questa patologia nei Paesi occidentali cresce anno dopo anno, pare, a causa del progressivo aumento dell’età media della popolazione.

Basti pensare che ogni trenta secondi in Europa una persona con osteoporosi subisce la frattura di un arto o di una vertebra.

Come si è detto, l’attività fisica, soprattutto di tipo motorio-sportivo, esercita uno stimolo meccanico sulle ossa, che vengono sollecitate a crescere (in età di sviluppo) e a mantenere una certa densità o compattezza.

Sono importanti anche alcune altre regole.

  • Ad esempio si consiglia di abolire il fumo, che ha un effetto negativo sulla massa ossea.
  • Occorre poi favorire il consumo di cibi ricchi di calcio, soprattutto latte e derivati.
  • È bene anche promuovere il consumo di cibi ricchi di vitamina D: anche se questa vitamina viene sintetizzata principalmente nella pelle in esposizione ai raggi solari, quantità più o meno rilevanti di vitamina D possono essere assunte con la dieta. È presente nel fegato, soprattutto di pesce come quello di merluzzo, nella carne del pesce (soprattutto azzurro), nell’olio che se ne ricava, nel tuorlo d’uovo e nei funghi.

 

Fonte: tratto da un bell’articolo di Rossana Villa, insegnante Pilates – Studio Pilates Evolution Milano – su Dimensione Benessere, dicembre 2017




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us