L’alito cattivo? Può essere colpa dei batteri…

Il 90% dei casi di alitosi dipende dalla bocca e non, come comunemente si crede, da patologie gastro-intestinali o delle vie aeree.

A soffrirne, secondo le stime, è il 50% della popolazione di età superiore ai 40 anni.

  • Spiega il professor Saverio Giovanni Condò, direttore del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche dell’Università di Roma Tor Vergata: “I principali responsabili dell’alitosi sono i batteri che proliferano nel cavo orale e, in particolare, quelli che formano la placca dentale e l’esteso biofilm che ricopre la lingua.

Oltre a spazzolino, dentifricio e collutorio, l’uso del filo interdentale e degli scovolini permette di ridurre la disponibilità di nutrienti per i batteri in siti difficili da raggiungere. Ancora più efficace risulta l’uso quotidiano del puliscilingua“.

Solo il 10% dei casi di alitosi può dipendere da patologie gastro-intestinali, tumori, malattie sistemiche e patologie delle vie aeree.

Fonte notizia: Salute, ottobre 2011

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us