La stessa quantità di calorie assunta, però, in orari diversi della giornata fa ingrassare nello stesso modo?

La stessa quantità di calorie assunta, però, in orari diversi della giornata fa ingrassare nello stesso modo?

Fino a qualche anno fa la risposta sarebbe stata che “una caloria è sempre una caloria” indipendentemente dal momento della giornata in cui è assunta, ma a partire dal 2010 si sono accumulate prove scientifiche che hanno fatto vacillare questa certezza.

A dire il vero, già nel 2003 era stato dimostrato un aumento del rischio di obesità correlato alla mancata colazione e all’alimentazione a tarda notte.
  • Nel 2013 è stato condotto un esperimento su 93 donne in sovrappeso per 12 settimane: seguivano una dieta di mantenimento, ma con le calorie ripartite in modo inverso, un gruppo ne assumeva il 14% a colazione e il 50% a cena, mentre l’altro il 50% a colazione e il 14% a cena.
  • Le donne del gruppo della super-colazione erano dimagrite, al termine dell’esperimento, di 5,1 kg in più rispetto al gruppo della super-cena, presentando anche migliori risultati della glicemia a digiuno, dell’insulinemia, dei trigliceridi e punteggi di fame più bassi.

Le ricerche sulla crono-nutrizione sono decollate negli ultimi anni e ulteriori studi hanno confermato che la stessa quantità di calorie ha effetti diversi sull’organismo in relazione al momento della giornata in cui viene assunta, anche se ad oggi i meccanismi biologici sottostanti non sono ancora chiari.

Dunque la scienza ha dimostrato che il vecchio detto popolare “una colazione da re, un pranzo da principe e una cena da povero” è vero.

 

Fonte: una risposta del biologo Massimiliano Matteoni, biologo nutrizionista blog Cambiostile…e dimagrisco! – tratta da Nuovo Consumo, novembre 2019
Fonte immagine: https://www.r101.it/news/fuori-onda-news/287978/gli-orari-in-cui-mangiare-per-non-ingrassare.html

Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *