La rabbia fa venire l’infarto?

Risultati immagini per arrabbiarsi fa male al cuoreUn recente studio ha evidenziato che gli sforzi fisici intensi e le arrabbiature eccessive minano la salute del cuore.

E’ un detto popolare: arrabbiarsi fa male.

E quando si parla di arrabbiatura o di eccesso di emotività il pensiero corre subito all’ipertensione e all’infarto miocardico.

E’ proprio vero?

  • Stabilire un rapporto di causa-effetto non è cosa facile, perché spesso si tratta di due eventi indipendenti che accadono contemporaneamente.
  • E’ perciò benvenuto un recente studio apparso sulla rivista Circulation, che ha analizzato i dati di 52 Paesi raccolti dallo studio Interheart.

Senza entrare nei dettagli tecnici, è emerso che l’esercizio fisico intenso, le arrabbiature o i turbamenti emotivi, da soli o assieme, sono in grado di agire come fattori esterni capaci di indurre un infarto.

Quantitativamente, sono elementi che incidono in 1 caso su 7 infarti, una percentuale molto significativa.

Trattandosi di un dato che coinvolge una popolazione internazionale, il risultato sembra essere molto attendibile, anche in considerazione del fatto che le intense emozioni generano un aumento di catecolamine (leggi: adrenalina e noradrenalina), una costrizione generalizzata dei vasi sanguigni e un aumento dei battiti cardiaci.

  • Fenomeni, questi, che possono favorire la rottura di placche aterosclerotiche già esistenti, in altre parole, le emozioni eccessive o il surplus di esercizio fisico non sono la causa primaria, ma possono aggravare una situazione già a rischio.
  • Attenzione: non stiamo dicendo che l’esercizio fisico è dannoso! Anzi: è utile per prevenire le malattie cardiovascolari, ciò che dobbiamo evitare sono sempre gli eccessi.

Arrabbiature e turbamenti emotivi dipendono molto dalla persona: una maggiore attenzione a ‘domarli’ non può che farci bene.

Articolo del dottor Silvio Garattini (Direttore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri a Milano) – fonte Oggi, 30 novembre 2016

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us