Italia: nasce la cardioncologia per i malati di cancro!

Nella foto: i medici Carlo Cipolla e Daniela Cardinale

Per proteggere il cuore dalle cure antitumorali…

Una nuova specialità si sta rapidamente espandendo in tutto il mondo e si prefigge di proteggere il cuore durante la terapia dei tumori.

  • È una scommessa vinta per l’Istituto Europeo di Oncologia: i pazienti possono evitare le frequenti malattie cardiache causate dalle cure oncologiche se i loro medici seguono il modello IEO, che valuta il rischio cardiovascolare individuale e consente di individuare la tossicità cardiaca in fase iniziale, addirittura preclinica.

Lo dimostra il lavoro recentemente pubblicato sullo European Journal of Cancer dall’equipe della Divisione di Cardiologia e della Unità di Cardioncologia IEO, guidate da Carlo Cipolla e Daniela Cardinale, che per la prima volta a livello nazionale hanno realizzato uno studio clinico multicentrico, coinvolgendo 21 centri italiani, da Aosta a Cosenza.

  • «Noi cardiologi – spiega Carlo Cipolla – ci siamo resi conto di due fenomeni molto preoccupanti: un’alta percentuale di pazienti, fino al 25%, sviluppa problemi cardiovascolari a causa dei trattamenti anticancro, e un numero crescente di persone viene escluso dalle terapie più innovative per via della propria fragilità cardiovascolare. La Cardioncologia è quindi diventata una necessità fondamentale per i malati di cancro. E anche un loro diritto».

 

Fonte: Più Sani Più Belli, gennaio 2019 




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *