Fitoterapia: dalle specie vegetali un patrimonio ancora da studiare!

Si calcola che nel mondo vi siano 800 mila specie vegetali. 300 mila di queste sono conosciute ma solo il 15% ha un uso popolare o tradizionale. E appena l’1% è stato analizzato con le tecnologie moderne ed è oggetto di studi scientifici.

Nella fascia equatoriale si concentra la più grande farmacia vegetale del Pianeta, un serbatoio di biodiversità a cui i ricercatori in passato hanno attinto a piene mani scovando (e copiando) le sostanze naturali da cui si sono sviluppati i principali medicinali dell’era moderna.

Tra questi il curaro, usato nelle anestesie (viene dall’albero della stricnina), e l’atropina che dilata le pupille (dalla belladonna). La pervinca rosea è invece la capostipite delle cure antitumorali assieme al tasso. Il 62% dei farmaci anticancro e il 71% degli antibatterici ha origini naturali.

Fonte: estratto da un servizio di Rossana Cavaglieri su Starbene, 28/11/17




Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *