Dieci suggerimenti per scegliere i cibi…

 

trasferimento (7)

Primo suggerimento:

adotta la dieta mediterranea, che prevede quantità abbondanti di ortaggi, cereali e frutta fresca, l’olio d’oliva extra vergine come principale fonte di grassi, il consumo frequente di pesce, poca carne e poco vino durante i pasti; numerosi studi hanno dimostrato come questo regime sia in grado di diminuire il rischio di obesità, diabete, ipertensione, disturbi digestivi e diversi tipi di tumore.

Secondo suggerimento:

varia il più possibile il menù, evitando le diete monoalimento: non esiste il cibo completo che contenga tutte le sostanze nella giusta quantità e che sia quindi in grado di soddisfare da solo le neccesità nutritive.

Terzo suggerimento:

non saltare la prima colazione: di mattina bisognerebbe assumere circa il 25% delle calorie giornaliere, consumando latte o yogurt, una porzione di cerali (meglio se integrali) e frutta.

Quarto suggerimento:

mangia tutti i giorni pasta o riso: forniscono amido, proteine vegetali, vitamine del gruppo B e, se integrali, sono un’ottima fonte di fibre.

Quinto suggerimento:

elimina o limita i cosiddetti grassi saturi di origine animale (strutto e burro) e per condire usa l’olio extra vergine d’oliva: tra l’altro fornisce vitamina E, che ha un’azione antiossidante.

Sesto suggerimento:

elimina o riduci il consumo di carne (se mangiata ogni giorno può aumentare il rischio di cancro al colon-retto) e preferisci il pesce; carne e pesce vanno cotti a basse temperature: limita il più possibile i cibi abbrustoliti alla griglia.

Settimo suggerimento:

privilegia il latte parzialmente scremato, i formaggi magri (ricotta, scamorza fresca, tomini) e lo yogurt: apportano calcio e proteine e non fanno aumentare troppo il colesterolo cattivo.

Ottavo suggerimento:

bevi un bicchiere di vino rosso a pasto (mezzo per le donne) ed evita i superalcolici.

Nono suggerimento:

abituati ad aggiungere poco sale ai cibi: per insaporire le pietanze usa liberamente erbe e spezie.

Decimo suggerimento:

trasgredisci, ma con moderazione: snack salati e dolci si possono consumare in piccole quantità di tanto in tanto.

 

Articolo tratto da: OK – La salute prima di tutto
Prevenzione a tavola

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us