Curarsi con la cromoterapia…

 

trasferimento (4)

Il blu: per le sue proprietà calmanti è l’opposto del rosso: sarebbe indicato per chi soffre di attacchi di emicrania e di reumatismi; risulterebbe utile anche nella cura dell’acne, dell’asma e della cistite; più in generale, promuoverebbe la rigenerazione dei tessuti.

Il violetto: eliminerebbe le tossine e svolgerebbe azione purificante nel sangue; sarebbe utile per le irritazioni della pelle, la caduta dei capelli e per le sensazioni di pesantezza dopo i pasti; a chi vuol dimagrire interesserà sapere che il viola ridurrebbe l’appetito.

Indaco: poiché rappresenta l’energia fredda, avrebbe un potere anestetico; sarebbe, quindi, indicato per tutti i dolori, dal mal di denti ai reumatismi, dalla sciatica al mal di testa; inoltre, stimolerebbe l’olfatto, la vista e l’udito e favorirebbe la depurazione del sangue.

Il porpora: nasce dall’unione del rosso e del blu ed è utilizzato per far scendere la pressione e ripulire il sangue dalle tossine; dal rosso e dal blu, ma in rapporti diversi, nasce anche lo scarlatto che stimolerebbe l’attività sessuale e aumenterebbe la pressione.

Articolo di Nadia Accardi

Fonte: Benefit, febbraio 2003

Su Amazon, trovi tutti i libri e i prodotti su come curarsi con la Cromoterapia – clicca ora su questo link

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us