Cambio di stagione: come affrontarlo con successo!

Pollini e graminacee per qualcuno possono essere un problema, ma non solo. C’è chi in primavera fatica a dormire, chi si sente spossata, chi subisce uno “sfasamento ormonale”. Ecco come comportarsi…

  • Precisiamo che di cambi di stagione ne esistono diversi lungo l’anno: dall’inverno alla primavera, dalla primavera all’estate, dall’estate all’autunno e dall’autunno all’inverno.

Sarebbe decisamente opportuno intervenire in modo piuttosto specifico in ognuno di questi momenti, per ottenere un risultato davvero ottimale.

Stanchezza stagionale

È in generale il sintomo di un momento di depurazione e reset del metabolismo, che coinvolge in primis il fegato come organo centrale del filtraggio tossinico.

L’organo riduce la quantità di energia disponibile per le attività esterne e si concentra verso l’interno.

La giusta azione sarebbe quella di aiutarlo attraverso una alimentazione calibrata ad hoc, più dei prodotti erboristici mirati a sostenerlo nel liberarsi dei prodotti da lui filtrati.

  • Ortica: è ricca di minerali come fosforo, potassio, ferro, rame, zinco, calcio e vitamine A e C, inoltre stimola l’attività drenante dei liquidi e ha poteri antinfiammatori.
  • Bardana: particolarmente indicata per la depurazione della pelle, agisce dall’interno. È ricca di inulina, prebiotico e steroli ed è batteriostatica, diuretica e sudorifera. Ha inoltre un forte potere equilibrante.

Fonte: estratto da un articolo di Marzia Nicolini, con la consulenza della dottoressa Simona Vignali, naturopata e nutrizionista, su Vero Salute, aprile 2015

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us