Artrite settica: che cosa è, come si cura?

Artrite settica: che cosa è, come si cura?

Artrite settica: che cosa è, come si cura? L’artrite è un’infiammazione delle articolazioni del corpo di cui esistono tre principali tipologie: l’autoimmune (l’artrite reumatoide), la metabolica (la gotta, dovuta dall’accumulo di cristalli di urato di sodio nell’articolazione) e la settica.

Quest’ultima generalmente interessa le grandi articolazioni, come il ginocchio e l’anca, ed è causata da agenti infettivi – batteri in primis, soprattutto lo stafilococco presente nella cute (Staphylococcus aureus), ma anche virus e funghi – che entrano per via diretta, in seguito a ferite, a interventi chirurgici oppure a iniezioni o infiltrazioni effettuate con strumenti non adeguatamente sterilizzati, oppure per via indiretta, attraverso la diffusione ematogena da focolai a distanza, per esempio un ascesso al dente o un’infezione polmonare.

  • Bambini e anziani sono i soggetti più a rischio.

 

LA DIAGNOSI

L’articolazione colpita da artrite settica, oltre a provocare dolore, appare gonfia, calda e arrossata e ha problemi di funzionamento. A tali sintomi spesso si associa una febbre sopra i 38°C con brividi.

Gli esami diagnostici per accertare la patologia comprendono un’artrocentesi (prelievo di liquido sinoviale dall’articolazione con ago e siringa), per eseguire un esame colturale e relativo antibiogramma, e gli esami del

 

LA TERAPIA

Per evitare l’insorgere di danni irreversibili al funzionamento dell’articolazione e il diffondersi dell’infezione nel sangue, fino all’evoluzione in focolai di osteomielite (l’infezione delle ossa), è necessario intervenire il più tempestivamente possibile dall’insorgenza dei sintomi.

Occorre, allora, ricorrere a una terapia antibiotica mirata, se l’artrite è di origine batterica, ed è opportuno associare il trattamento artroscopico dell’articolazione colpita: il lavaggio per abbattere la carica batterica e l’asportazione parziale di tessuto sinoviale per ottenere una bonifica dell’articolazione.

Alla remissione della fase acuta si passa al trattamento riabilitativo che comprende, fra gli altri, l’utilizzo di apparecchiature meccaniche per la mobilizzazione passiva continua (CPM).

 

Fonte: “Artrite settica: che cosa è, come si cura?” è un estratto da una bella intervista di Marco Ronchetto su Ok Salute e Benessere, febbraio 2021 a Emanuela Grimalda, con la consulenza del dottor Marcello Nava, responsabile dell’Unità di Ortopedia dell’Istituto Auxologico Italiano di Milano
Fonte immagine:  Ginocchio I Raggi X Artrite – Foto gratis su Pixabay

 

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contact Us