«Una dieta per evitare tutte le medicine che prendo». Risponde il Dottor Marco Stegagno…

 

pesce azzurro

La domanda che il Signor Lucio ha lasciato come commento ad uno dei nostri post.

Ho dovuto fare un intervento al cuore con l’applicazione di tre by pass, la successiva cura post operatoria ha messo in crisi i reni che non godevano ottima salute, ma con un livello di creatinina a 1,7.

  • Alla dimissione dalla cardiochirurgia sono stato mandato ad una visita nefrologica che ha trovato il livello di creatinina a 3 oggi sono al livello 2 con il livello abbastanza alto di potassio e di altri sali mi permetto di chiederLe una dieta o se ha scritto qualcosa sull’argomento per evitare tutte le medicine che prendo.

La ringrazio fin da ora.

Lucio E.

riso

La risposta del Dottor Marco Stegagno

Caro Lucio, la dieta che tu richiedi, data la particolare situazione “generale” richiede una visione “allargata” in grado di tenere conto delle multiple necessità in rapporto alla condizione cardio-vascolare oltre che renale.

  • Visto il recente intervento di by-pass coronarico mi permetto di consigliarti una maggiore attenzione all’alimentazione finalizzata alla cardio-protezione visto che i danni a questo livello si possono produrre più velocemente che non a livello renale…

In linea di massima (tieni presente che è difficilissimo consigliare un paziente senza conoscerlo: a tal proposito ti invito a considerare quanto ti dico come CONSIGLIO e non come terapia….) puoi intraprendere un regime alimentare a moderato contenuto di proteine (la creatinina a 2 non è valore preoccupante…!! ) facendo maggiore riferimento a proteine del pesce (l’alto contenuto di Omega 3 ha anche una forte azione cardio-protettrice…)…

  • Per i legumi meglio andarci cauti e preferire quelli “freschi”…
  • le uova … meglio bandirle!!!.
  • Per quanto concerne la carne, sarebbe meglio evitarla in quanto i prodotti di scarto del metabolismo della carne determinano un incremento della creatinina che poi i reni devono espellere con conseguente affaticamento…

camminareProva a fare un po’ di esercizio fisico… ciò permette di migliorare la performance cardiaca e stimola la crescita di massa muscolare che riduce la creatinina alleggerendo così la funzionalità renale….

Più in particolare… evita come il veleno cibi come dadi per brodo, salse in genere come senape, maionese… gli insaporitori  x arrosti, la salamoia, i formaggi ad eccezione di quelli “freschi”, crostacei, la frutta secca, le banane, l’uva, castagne, noci di cocco, kiwi…

Mangia liberamente il pane senza sale, la pasta, il riso, la frutta di stagione da sola o in macedonia (escludendo quelle sopra citate).

 

  • PS… Continua a farti seguire dal nefrologo: solo un rapporto costante che monitorizzi l’evolversi della situazione può salvaguardarti da brutte sorprese future.
Un cordiale e sincero Augurio…

Una risposta del Dottor Marco Stegagno

  • A questo link, trovi tutti i post del Dottor Stegagno su questo blog.

——————————

Marco StegagnoMedico, Studioso di Omotossicologia Bioenergetica, il Dottor Marco Stegagno è nato a Bologna nel 1966, qui si laurea in medicina e si specializza in Chirurgia d’urgenza e di pronto soccorso.

Studioso di Omeopatia, Omotossicologia e Kinesiologia applicata. Diplomato in Agopuntura presso il centro Internazionale di Medicina Integrata, avendo seguito la scuola triennale diretta dal Professor Antonio Monti.

Applicando in maniera integrata gli studi fatti, opera una Omotossicologia Bioenergetica (cioè, applicata ai principi dell’agopuntura) completata dal test muscolare kinesiologico per un più completo approccio olistico al paziente, basato sul denominatore comune della valutazione delle intolleranze alimentari.

Per contattare il Dottor Stegagno:

 

 
Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *