Semi di girasole: amici del sistema nervoso e spazzini delle arterie…

Semi di GirasoleI semi di girasole, che si trovano in vendita già sgusciati nei negozi di alimentazione naturale, apportano un vero concentrato di principi nutritivi; appartengono, infatti, al gruppo dei semi oleosi, in quanto sono composti da grassi essenziali.

  • Questi grassi essenziali non possono essere sintetizzati dall’organismo, ma vanno assunti con la dieta, sono particolarmente utili per il sistema nervoso e per la pelle.

Possono essere serviti con l’aperitivo, aggiunti a insalate e macedonie e nell’impasto di dolci e pane, (senza però esagerare, poiché forniscono 581 calorie all’etto).

  • Sono ricchi di vitamina E che, assieme alla A e alla C, aiutano a rallentare i processi dell’invecchiamento, spiega Evelina Flachi, nutrizionista.

Semi di Girasole 1A differenza di altre vitamine, non è facile assumerne la quantità raccomandata (12 mg al giorno): gli alimenti che ne sono ricchi (soprattutto mandorle, avocado e altri oli di semi) sono infatti calorici e invitano alla moderazione.

Perciò, qualche seme di girasole, mangiucchiato con l’aperitivo o come spezza fame, offre una piccola scorta di vitamina E con cui arricchire la tua dieta senza appesantirla.

  • Anche l’olio di semi di girasole è un ottimo condimento; tieni in casa una bottiglia d’olio di semi di girasole e due-tre volte alla settimana usalo al posto di quello extravergine (ma esclusivamente a crudo), non è resistente al calore e quindi, non è adatto per friggere.

L’altra grande virtù dell’olio di girasole è il contenuto di acilo linoleico, intorno al 60%, aggiunge Nicoletta Pellegrini, ricercatrice.

Si tratta di un acido grasso essenziale della serie omega 6, importantissimo per abbassare colesterolo e trigliceridi e per mantenere in efficienza l’apparato circolatorio; la dose raccomandata è di un cucchiaio al giorno.

Apporta anche ferro, acido folico, zinco, rame e vitamine del gruppo B.

  • Se vuoi acquistare dell’olio di semi di girasole controlla sempre in etichetta che sia stato ottenuto con procedimenti meccanici di spremitura a freddo (quello più salutare si trova nei negozi di prodotti naturali, in bottoglie di vetro scuro anti-UV).

 

Un articolo tratto da una vecchia copia di StarBene del 2007 (ma ancora molto utile per le preziose informazioni citate).

 

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *