Se lo stress intacca la memoria…..

MGK_vis_00021Quando si è costretti ad affrontare molti impegni in più ambiti, in genere, si riesce a rendere al massimo delle proprie possibilità.

A un certo punto, però, può succedere che il sistema vada in tilt: si inizia a ‘perdere qualche colpo’, dimenticandosi un appuntamento, facendo confusione sulle date di consegna di un lavoro, non calibrando perfettamente gli sforzi e finendo con il dare troppa importanza a una cosa rispetto all’altra.

  • Per ritrovare la giusta concentrazione e combattere i vuoti di memoria, si può ricorrere a rimedi specifici.

foto_omeopatia-530x251CON L’OMEOPATIA: quando si hanno tante cose da gestire e si è sempre di corsa, per cui si rischia di andare nel pallone, dimenticandosi impegni importanti e di diventare irritabili, è perfetto Nux vomica.

  • Coffea è indicata quando la mente è troppo affollata di pensieri, per cui la persona non riesce mai a rilassarsi e nemmeno a prendere sonno.
  • Per gli individui astenici, irritabili, eccitabili, stressati e molto nervosi, va bene Kalium phosphoricum, che aumenta la vitalità, migliora le prestazioni intellettuali e diminuisce la stanchezza, senza agitare.

$_^r_fitoterapia_598100CON LA FITOTERAPIA: per le persone che presentano una certa tendenza al nervosismo e all’insonnia è indicata l’alga Klamath, una pianta adattogena che migliora la risposta allo stress; combatte il calo delle prestazioni mentali, restituisce tono e vitalità e combatte le tensioni psicofisiche.

  • In linea generale, per elevare tono, energia, attività mentale e adattarsi allo stress fisico e mentale, sono consigliate tutte le piante adattogene come: ginseng coreano, eleuterococco, iperico, guaranà, Muira puama e cola.
  • Altre ottime erbe sono: la cannella, la curcuma e lo zenzero, stimolano la mente, alleviano le fatiche fisiche e tengono a bada lo stress.
  • La lavanda è indicata nelle persone eccessivamente attive e dinamiche, che presentano ipereccitabilità nervosa, grande attività mentale, tensioni muscolari e cefalea.

Tratto da un servizio di Silvia Finazzi, con la consulenza del dottor Alessandro Targhetta (medico omeopata, esperto in Medicine naturali e fitoterapeuta a Venezia), fonte: Viversani e Belli, 13 marzo 2015

Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *