Ossa: occhio alle proteine e al troppo sale

mangerPer difendersi dal rischio di osteoporosi non basta aumentare l’apporto di calcio, presente nel latte, formaggi e derivati, ma anche in pesce azzurro, gamberi, frutta secca e legumi.

Bisogna contestualmente adottare accorgimenti per assimilarlo meglio, come non abbinarlo a cibi ricchi di ossalati (spinaci, pomodori, uva, caffè, tè) e a troppo sodio, contenuto in insaccati, dadi da brodo, cibi in scatola.

Anche le proteine e gli alimenti integrali ricchi di fibra, andrebbero limitati, non eliminati, perché favoriscono la perdita di calcio attraverso l’urina.

Fonte: Viversani e Belli, 24 luglio 2015

La redazione di Bellezza & Benessere consiglia il libro: Guida Pratica al Cibo per la salute della Ossa – di Annemarie Colbin

Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *