Nutrition Foundation: chi consuma più pesce mostra una riduzione del rischio di soffrire di depressione pari al 17%!

pesceAlcuni studi osservazionali hanno ipotizzato che sia una dieta complessivamente corretta (ad alto apporto di frutta e verdura, cereali integrali e pesce) sia il consumo di pesce di per sé, si associno in modo significativo alla riduzione del rischio di depressione.

  • Il dato è confermato dalla metanalisi presentata, che ha valutato complessivamente 26 studi sull’argomento, condotti in tutto il mondo e pubblicati tra il 2011 e il 2014.

Il meccanismo biologico che sottende a questo risultato non è stato ancora chiarito, ma le ipotesi sono più di una. Infatti, chi consuma più pesce mostra in generale uno stile di vita, sia alimentare, sia complessivo, più sano.

Inoltre, il contenuto di omega-3 sembra in grado di modificare la microstruttura delle membrane neuronali, modificando in senso antidepressivo i segnali tra neuroni mediati dai neurotrasmettitori dopamina e serotonina.

Infine, il commento all’articolo da parte di Majid Fotuhi, responsabile medico del NeuroGrow Brain Fitness Center (Virginia, Stati Uniti) e consulente della Johns Hopkins, sottolinea il ruolo degli omega-3 nel migliorare il flusso ematico, anche a livello cerebrale, favorendo quindi anche la prevenzione dei disturbi dell’umore.

 

Fonte: tratto da Nutrition Foundation.it – a questo link trovi il post originale anche in lingua inglese –  18-09-2015 – Li F, Liu X, Zhang D J Epidemiol Community Health. 2015 Sep 10. pii: jech-2015-206278. doi: 10.1136/jech-2015-206278

 

 

Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *