Insalata di polpo, patate e rucola (ricetta light)…

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 polpo di circa 1 kg già pulito
  • 2 patate
  • 2 carote
  • 1 cipolla dorata
  • 2 coste di sedano
  • 1 foglia di alloro
  • 1 limone non trattato
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • 40 g di rucola già pulita
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • sale e pepe

Preparazione:

Portate a ebollizione abbondante acqua con la cipolla spellata, 1 costa di sedano, 1 carota, la foglia di alloro e 1 cucchiaio di aceto, poi immergete il polpo e coprite. Alla ripresa del bollore, abbassate la fiamma e cuocete per circa 1 ora. Spegnete e lasciate raffreddare il polpo nell’acqua di cottura.

Intanto, sbucciate le patate e tagliatele a dadini; tuffatele in abbondante acqua bollente salata per 6-7 minuti, quindi sgocciolatele e fatele raffreddare in una ciotola ampia. Mondate la carota rimasta e grattugiatela a julienne; pulite e affettate finemente la costa di sedano, poi unite tutto alle patate.

Sgocciolate il polpo, mettete da parte le punte dei tentacoli, tagliate il resto a pezzetti e sistemateli nella ciotola. Spellate 1/2 spicchio d’aglio e schiacciatelo con l’apposito utensile oppure nel mortaio, quindi mettetelo in una ciotolina e mescolatelo con il succo del limone, 2 cucchiai d’olio, il prezzemolo tritato, sale e pepe.

Condite l’insalata con la salsa. Su ogni piatto disponete le foglie di rucola, quindi appoggiatevi un tagliapasta di 10 cm di diametro inumidito e suddividetevi l’insalata di polpo, compattatela con il dorso di un cucchiaio, sfilate e ripetete altre 3 volte. Servite decorando con i tentacoli.

Fonte: Una ricetta di Riccardo Di Rocco, tratta dalla pubblicazione Esselunga “Da Noi”, luglio/agosto 2015

A questo link trovi altre ricette light (primi piatti, secondi e dolci…)

Doppio - Pignoletto Frizzante - Vino Bianco Biologico
Doppio – Pignoletto Frizzante – Vino Bianco Biologico

8,61 €
Acquistalo su SorgenteNatura.it

Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *