Fitoterapia e floriterapia per un’azione antivirale contro l’herpes…

Risultati immagini per melissa pianta

L’herpes è un virus e, come spiega la parola stessa, rappresenta un veleno per l’organismo e come tale va combattuto e debellato intervenendo tempestivamente soprattutto nella fase iniziale che precede la formazione delle pustole proprio per evitare il contagio.

Con la fitoterapia

  • La melissa ha una forte azione antivirale grazie anche alla presenza di polifenoli e tannini efficaci contro l’herpes. Un’ottima alternativa è rappresentata dall’estratto di mora in grado di intervenire inibendo la replicazione del virus.
  • Bere il decotto della pianta pau d’arco aiuta nel trattamento delle infezioni di tutti i tipi, ma è valido soprattutto nel caso di herpes Simplex.
  • Un ottimo antibiotico naturale è dato dall’olio di neem ricavato dai semi della pianta e agisce inoltre come rigenerante e ristrutturante.
  • Anche la propoli presenta proprietà antivirali eccellenti da attribuire ai suoi componenti idrosolubili.

Con la floriterapia

  • Holly è il rimedio indicato per i soggetti che hanno un atteggiamento focoso, con comportamenti aggressivi; spesso infatti non sono esenti da esplosioni di rabbia, herpes, febbri alte.
  • Impatiens, invece, è il rimedio di coloro che vivono in uno stato di tensione e nervosismo, spesso soffrono di contrazioni muscolari e prurito. Vanno veloci, proprio come quando un virus si propaga; la lentezza degli altri gli fa “venire i nervi”.
  • Gli Scleranthus faticano a mantenere un equilibrio, sia fisico sia mentale; i loro sintomi vanno e vengono, si alzano e si abbassano come la pressione sanguigna e la temperatura corporea.

Fonte: tratto da un servizio di Simona Ambrosetti, naturopata e kinesiologa a Biella – su Viversani e Belli, 13/05/16

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *