Come sfruttare la mente al 100%…

I bambini sono in grado di usare tutto il cervello, sia la parte conscia sia quella subconscia.

– Diventando adulti, si viene a formare una struttura di credenze negative nel subconscio e la persona inizia ad autoimporsi una serie di limiti.

– Basta pensare che, secondo molte ricerche, in media ogni persona usa, al massimo, il 10% del proprio cervello (Albert Einstein ne usava il 15%).

– Il subconscio ha il compito di elaborare informazioni e imparare “archiviando” le nozioni immesse.

– Il cervello è una sorta di “hard disk” programmabile al 100%: se la persona non lo programma, a farlo ci penseranno gli altri e le informazioni provenienti dall’esterno.

– E’ chiaro, quindi, che imparare a usare appieno il proprio cervello, in modo consapevole, può aiutare moltissimo.

– Quella di Fotografia mentale è una tecnica di Whole life enhancement (miglioramento dell’intera vita) e aiuta a recuperare proprio questa abilità, dimenticata con gli anni.

– In pratica, permette di controllare in modo consapevole il subconscio e di usarlo a proprio vantaggio in sinergia con la mente conscia.

– La disciplina è nata 30 anni fa negli Stati Uniti e, dopo vari perfezionamenti, nel 2000 è giunta anche in Italia.

– Consente a chi la conosce di programmare al meglio il proprio cervello, così da velocizzare i processi di apprendimento di concentrazione e non solo.

Tratto da “Usa il cervello come un hard disk”, uno splendido articolo, molto più ampio, di Silvia Finazzi.

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *