Che cosa sono i radicali liberi!

Nel nostro corpo migliaia di miliardi di cellule ossidano zuccheri e grassi per garantire la produzione di energia indispensabile alla nostra vita. Affinché questa combustione sia possibile è necessaria la presenza di ossigeno, che viene fornito alle cellule attraverso i globuli rossi.

Ma l’effetto di questa combustione è talvolta rischioso.

Può verificarsi infatti che tale meccanismo comporti la perdita di un elettrone da parte di una molecola o di un atomo: si generano così i cosiddetti radicali liberi.

Questi, avendo perduto un elettrone, tendono a “rubarlo” a un’altra molecola o atomo, per ripristinare la propria struttura originale; ma ciò crea a loro volta un altro radicale libero, innescando così una reazione a catena che può essere molto pericolosa per le strutture cellulari, che vengono danneggiate.

In particolare, subiscono i maggiori danni i grassi che costituiscono le membrane cellulari, ma anche le proteine e soprattutto il DNA, che contiene il codice genetico della nostra vita.

  • L’organismo tende naturalmente a contrastare questo meccanismo, sostituendo i grassi, digerendo le proteine e riparando il DNA, ma qualche errore sfugge e questo provoca alterazioni a livello dei sistemi di controllo della moltiplicazione cellulare: si generano cellule impazzite, i precursori del cancro.

Quindi l’organismo non resta impotente di fronte a questa aggressione e mette in atto tutta una serie di azioni protettive, rappresentate essenzialmente dal blocco e dalla rimozione dei radicali liberi.

Questa azione difensiva viene attuata coinvolgendo alcune sostanze nutrienti, quali le vitamine A, C, E, il betacarotene (una sostanza presente in molti alimenti, che rappresenta un precursore della vitamina A) e alcune sostanze minerali, come il rame, lo zinco, il manganese.

  • Anche il selenio sembra giocare un ruolo assai importante nel blocco dei radicali liberi e conseguentemente nella prevenzione dell’arteriosclerosi, dell’invecchiamento cellulare e di alcuni tipi di tumore.

Ancora una volta, dunque, appare di fondamentale importanza privilegiare l’uso di frutta, verdura e cereali integrali, che contengono elevate quantità di vitamine e sali minerali utili al mantenimento della salute.

 

Fonte: estratto dal libro “Principi di Scienza dell’Alimentazione”, di Graziella Castelli e Paola Paradisi – marzo 2012




Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *