Alla scoperta del basilico (diuretico, digestivo e sedativo)!

Immagine correlata
È molto comune nel nostro paese dove viene coltivato in giardino o in vaso, soprattutto ad uso culinario. Ottimo anche per infusioni e decotti per alleviare i dolori di testa causati da problemi digestivi e l’insonnia.

Il basilico è un’erba medicinale ma anche una delle spezie più utilizzate in cucina; indispensabile per aromatizzare insalate, per preparare sughi e per dar profumo agli spezzatini. Inoltre, ha proprietà stimolanti, digestive e diuretiche ed è molto efficace contro il mal di testa.

La sua coltivazione richiede una posizione soleggiata e annaffiature abbondanti se collocato in vasi. Segnale di mancanza d’acqua: foglie avvizzite che convergono verso il basso. Non c’è da preoccuparsi, un’abbondante somministrazione di acqua e la pianta riprenderà senza problemi.

Ecco tutti i segreti per la sua coltivazione e tutte le sue applicazioni.

Diuretico, digestivo e sedativo
(Ocimum hasilicum)

CARATTERISTICHE:

  • Erbacea annuale molto comune in tutto il paese, dove si coltiva in modo
    intensivo e cresce spontaneamente in cespugli.
  • Stelo eretto, con foglie abbondanti, picciolate, piccole e ovali e dal bordo intero o leggermente dentate. Di un verde intenso o porpora. Fiori profumati, molto piccoli, disposti in una cima di otto raggi che possono essere di colore bianco, rosa o porpora.
  • Fiorisce da giugno a settembre.

Risultati immagini per basilico infuso

PARTI UTILIZZATE:

  • Le foglie, fresche o disseccate.

SI USA PER:

  • Le sue principali proprietà calmanti e antisettiche. Molto utilizzato come espettorante e come tonico, grazie al suo effetto stimolante. Favorisce il processo digestivo.

INOLTRE:

  • In infusione, viene impiegato sia contro l’alitosi che come lozione per combattere la caduta dei capelli. Le sue foglie agiscono anche come repellente agli insetti. Il succo delle foglie allevia i fastidi causati da morsi e punture d’insetto. La sua azione antibatterica è provata.

COME COLTIVARLO IN CASA:

  • È possibile seminare il basilico in primavera, senza coprire i semi con la terra. Ha bisogno di molto calore e, come pianta da interno, non deve essere collocata in giardino o in terrazzo prima di maggio.

MOLTO INTERESSANTE

  • Per allungare la durata della pianta di basilico potare i fiori o effettuare una potatura drastica di ringiovanimento man mano che si tagliano le foglie utilizzate in cucina.
  • A metà estate si dovrà lasciare che il basilico fiorisca affinché generi i semi da raccogliere una volta che i fiori acquisiscano un colore marrone e appaiano secchi e deboli al tatto.
  • Conservare i semi in un luogo fresco e asciutto fino alla primavera successiva, sarà il momento giusto per seminarli.

 

Fonte: Piante di Casa, maggio 2003




Be Sociable, Share!

Bellezza & Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *